Into the Nepal
My365days

Into the Nepal

Quello che posso raccontarvi della mia esperienza in Nelpal è una vera prova di resistenza mentale e fisica, preludio di quello che mi aspetterà, forse in Sud America.

Passato il border con l’India mi sento affaticato più del solito, decido così di fermarmi e riposare.

Ho passato 2 notti da incubo a causa di un disturbo intestinale che prima o poi sapevo sarebbe arrivato; da inizio viaggio ho perso 6 kg, la dissenteria, non ci voleva proprio.

Mi muovo a fatica, cerco di dosare le forze perchè il dispendio di energia è tanto anche per le piccole cose.

Vi posso assicurare che in determinate condizioni non è semplice, mente e corpo devo pensare e muoversi ad unisono, l’una ha necessità dell’altro e quando entrambe sono debilitate, solo con una forte motivazione riesci a superare i limiti che tu stesso ti sei posto.

La mi paura era non riuscire a guidare la moto in condizioni critiche, quando l’asfalto termina ed inizia, non saprei come descriverlo, quindi ve lo mostro.

Una moto, un uomo insieme "Into The Nepal".36 km off road – 4 ore Segni particolari: 410 kg di pura potenza!#motorstyle #carbon #titanium #dakar #urbangs #makelifearide #rninet #indobikermags #pirelli #ohlins #motogp #superbike #doppel_r #bmw #hp4 #supersport #ride #riding #akrapovic #germany #german #welcometoplanetpower #teambmw #bikersofinstagram #motorsport #s1000rrgram #motorbike #bike #bikelife #bikerlifestyle#bmwgsfans #makelifearide #bmw #r1200gs #tour #bmwgram #bmwmotorrad #r1200gsa #followme #follow4follow #like4like #akrapovic #touratech #offroad #drive #enduro #motorcycle #gsadventure #motorcycles #adventure #amazing #bike #bikelife #speed #rider #madeforadventure #adventures #advaddicts #xladv #motoquest

Pubblicato da My365days su Martedì 4 luglio 2017

Vi posso assicurare che trovarsi nel contesto che avete visto non è stato semplice, soprattutto al suo principio, l’asfalto termina e ti trovi d’innanzi semplicemente terra.

Una coda interminabile di veicoli fermi, non puoi fermarti e nemmeno tornare indietro per cercare percorsi alternativi a quello che hai davanti, puoi solo proseguire.

In quel preciso momento la motivazione fa la differenza, filo conduttore per la mente ed il corpo.

Una moto, un uomo insieme “Into The Nepal”, 36 km off road – 4 ore  Segni particolari: 410 kg di pura potenza!

Slogan a parte è stato un pomeriggio intenso, la paura era: e se cado?

Liberare la mente ed assecondare il corpo ed il mezzo, questo il segreto.

In Nepal è periodo dei monsoni, quindi potenzialmente la pioggia poteva presentarsi ed entrare in scena, ma per fortuna ciò non è avvenuto, vi lascio immaginare come sarebbe stato.

Finalmente il giorno dopo arrivo a Kathmandu, meta conclusiva della prima tappa del giro del mondo.

Come l’India, il Nepal rimane una terra di passaggio, anche se disponevo di più giorni, la spedizione del mezzo per l’Australia mi ha sottratto tempo.

Sicuramente tornerò a visitare quei luoghi che ho attraversato, ma non esplorato, le terre del nord che ho solamente immaginato.

Arrivederci Nepal.

_________________

Se mi stai leggendo per la prima volta e non sai la storia di my365days inizia dal principio, dal primo post, di avventure da vivere e leggere ne avrai per 365 giorni, quindi clicca su 365 giorni di aspettativa.

 

 

Rating Chart

3.5 average based on 13 ratings

  • Excellent
    7
  • Very Good
    0
  • Average
    1
  • Poor
    2
  • Terrible
    3

You Recently Viewed ...

Comandante Ernesto Che Guevara: la Sua Ruta

L’Argentina il sogno infranto di molti…

Dove è finita la carne argentina?

Latinoamericana: pensieri di viaggio

Australia: l’isola che c’è…

01 Comment

  1. Giacomo

    Dai Maurone non mollare!

    agosto 30, 2017 Rispondi

LEAVE A COMMENT

My 365 Days

Mi chiamo Mauro Chieffo, vi presento il mio giro del mondo in motocicletta in 365 giorni, un’avventura da Bologna a New York, dall’Asia all’Australia, dall’Argentina risalendo il Sud America fino ad approdare in USA, solo la mia tenda come tetto.

INSTAGRAM